Fuscaldo

Situato nell’incantevole Riviera dei Cedri, un lungo tratto della costa tirrenica cosentina, il borgo di Fuscaldo è adagiato su uno sperone, in posizione panoramica, a circa 350 metri d'altezza e a meno di tre chilometri dal mare.

Fuscaldo ha origini antichissime, la sua nascita, però, è poco definita. Alcuni storici ipotizzano possa addirittura risalire all’epoca Osca o Enotria, altri sostengono che siano stati i greci di Sibari, dopo la sconfitta ad opera dei crotoniati, a fondare il suo primo nucleo urbano attorno alla preesistente rocca dell'Elce. Con assoluta certezza si può affermare che il territorio fu abitato dai Romani e fu luogo di accampamento al tempo dei Longobardi: sono state, infatti, rinvenute sul territorio fuscaldese numerose tombe contenenti monete e monili di epoca greco romana. 

Fuscaldo viene definito “un paese di pietra costruito sulla pietra” poiché di pietra sono le case, gli imponenti palazzi con i loro meravigliosi portali, le chiese, le viuzze strette e tortuose. Ma viene anche detto "il Paese dei cento portali": in ogni angolo si trova traccia della splendida manifattura dei maestri scalpellini fuscaldesi.

Fuscaldo diede i natali a Vienna: moglie di Giacomo Martolilla e madre di San Francesco da Paola.

Nel 1783, il terremoto che causò molti danni al paese, determinò la nascita della "Marina" di Fuscaldo. L’urbanizzazione del borgo marinaro, ebbe inizio dapprima intorno alla Torre di San Giorgio (1550) e successivamente si estese su tutto il litorale. 

Il centro storico è formato da quattro nuclei principali;  il più antico, di età medievale, comprende cinque quartieri: Porta di Juso, Piazza, Verdesca, Sotto Castello e Rupe. Attraverso la Porta di Juso si entra nel bellissimo Borgo Medievale dove tra vicoli, case, piazzette e ballatoi, si possono ammirare gli splendidi Palazzi Monumentali del Cinquecento e del Seicento, di architettura catalana.

Del Castel dell’Elce rimangono solo pochi ruderi.

Fuscaldo è un comune di poco più di ottomila abitanti detti “fuscaldesi”.

L’etimologia del nome è incerta: alcuni studiosi sostengono che derivi dal termine latino “Fons calidus”, cioè "fonte calda", in riferimento alle fonti termali presenti in zona; altri che derivi dal nome medievale di persona “Foscoaldus” o dal termine latino germanico "fuscus-aldus" (latino fuscus > scuro, riferendosi alla roccia di colore rosso su cui sorge il paese, e germanico aldus > antico) citato nel documento longobardo "Codex Diploma-ticus Cavensis" risalente all'anno 872.

"Castrum Fuscalidi" si riscontra invece per la prima volta durante l’invasione longobarda avvenuta tra il 584-591 d.C.

Il Santo Patrono della città è San Giacomo Maggiore Apostolo che si festeggia ogni 25 luglio con manifestazioni legati all'antica tradizione popolare; la devozione per il Santo è molto antica: l'altare della Chiesa Madre fu consacrato al Santo nel 1166. Oltre alla Novena e al Triduo dei giorni antecedenti la festa, la statua viene portata in processione per le vie del paese.

Atri solenni e ricchi festeggiamenti si svolgono il 14 luglio in onore di San Francesco da Paola; la festa fu istituita nel 1783 come ringraziamento al Santo per lo scampato pericolo dal terribile terremoto che sconvolse tutta la Calabria ma risparmiò Fuscaldo.

In uno dei punti più belli e pittoreschi di Fuscaldo, nel cuore del centro storico, su un'altura avvolta dalla vegetazione, sorge il Convento di San Francesco: testimonianza architettonica antichissima le cui origini risalgono al VII secolo d.C.; è gestito dai Padri Passionisti che se ne occupano ormai da quasi un secolo.

Dopo una giornata trascorsa in spiaggia ci si può rilassare con una bella passeggiata sul magnifico lungomare e, proseguendo sul corso, giungere a Piazza Marconi: cuore del borgo marinaro ricco di storia e di cultura, e anche di tante attività commerciali.

I sei chilometri di spiaggia, prevalentemente composta da sabbia fine alternata a tratti di ghaia, sono attrezzati con strutture ricettive e balneari.

Chi sceglie Fuscaldo come meta per le proprie vacanze è sicuramente amante del mare ma anche della montagna; la sua conformazione geografica, caratterizzata dalla presenza di scenari marini e paesaggi montani a ridosso della zona costiera, regala esperienze uniche.

Dal 2011 si svolge la riuscitissima manifestazione di “Alici in Festival”, organizzata dal Comune con la collaborazione di attività commerciali, Associazioni e singoli cittadini che propongono specialità culinarie a base di alici fuscaldesi. Gastronomia, spettacolo, cultura, musica e animazione per un evento che richiama migliaia di presenze e che è diventato fiore all’occhiello di questo paese. Assolutamente da non perdere!

Privacy Policy | Cookie Policy © Gerardo Iannella P.IVA IT07608750639